Energia elettrica: bonus sociale, via alle richieste. Ecco cosa fare

Al via le procedure per richiedere il ''bonus sociale'' che permetterà alle famiglie a basso reddito di ottenere sconti sulla bolletta dell'energia elettrica.

I moduli per presentare la richiesta sono pronti e sono già stati pubblicati sui siti web dell'Autorità per l'energia (www.autorita.energia.it) dell'ANCI, l'Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (www.sgate.anci.it).

Le richieste per il bonus dovranno essere presentate presso il proprio Comune di residenza.

Il sistema entrerà a regime gradualmente e sarà pienamente operativo dal gennaio 2009 ma il godimento del ''bonus'' può essere retroattivo anche per tutto il 2008.

In questo caso, le richieste ai comuni dovranno essere fatte entro il 31 marzo 2009. Il bonus è cumulabile con altri interventi per le famiglie con disagio economico già previsti dal governo.

Per agevolare i cittadini nella presentazione delle richieste, sono stati predisposti tre modelli e uno schema fac-simile, tutti ottenibili dai siti web dell'Autorità e di Sgate:

Per effettuare la richiesta di bonus per il disagio economico, occorrerà presentare al proprio Comune:

Per effettuare la richiesta di bonus per il disagio fisico, occorrerà presentare al proprio Comune:

I BENEFICI

Il nuovo regime di protezione sociale garantirà un risparmio del 20% circa sulle bollette dell'energia elettrica ai clienti domestici in condizioni di disagio economico, ossia a tutte le famiglie residenti presso il Comune che dispongono di un ISEE il cui valore sia inferiore o uguale a 7.500 euro.

Il valore del bonus sarà differenziato a seconda della numerosità del nucleo familiare (per l'anno 2008: sarà di 60 euro/anno per un nucleo familiare di 1-2 persone, 78 euro/anno per 3-4 persone, 135 euro/anno per un numero di persone superiore a 4).

A beneficiare del bonus saranno anche tutti i clienti presso i quali vive un soggetto costretto ad utilizzare apparecchiature elettromedicali necessarie per il mantenimento in vita. In questo caso il bonus 2008 è di 150 euro all'anno.

I due bonus, per disagio economico e fisico, sono cumulabili.