Video della conferenza stampa di Bertolaso a Rogliano

Il capo dipartimento della Protezione Civile, Guido Bertolaso, è atterrato lunedì mattina (22 febbraio 2010) presso l’elisuperfice di Rogliano e si è diretto in macchina sulla strada provinciale 242 per la Sila, in loc. ‘Fuochi’ – alle porte di Parenti, chiusa al transito già da alcuni giorni a causa di un grosso movimento franoso. Il sottosegretario è stato accolto dal sindaco Giuseppe Gallo e dalle massime autorità politiche ed istituzionali del territorio. Tra questi, il Prefetto di Cosenza, Antonio Reppucci, il questore Giovanni Scifo, e il comandante provinciale dei Carabinieri, Aldo Iacobelli. “Ci sono diversi dissesti, ci sono molti movimenti franosi, alcuni anche seri che – ha detto Bertolaso - compromettono in modo particolare la viabilità che da queste parti è abitualmente difficile. Purtroppo la situazione si è aggravata e bisogna intervenire per evitare forme di isolamento di alcuni comuni, consentire agli studenti di poter andare a scuola senza doversi alzare alle quattro di mattina e garantire il funzionamento del comparto economico”. Il capo della Protezione Civile si è poi intrattenuto presso la sala consiliare di Rogliano per fare il punto della situazione e illustrare ai presenti, tra i quali una delegazione di studenti, i provvedimenti più urgenti da adottare. Il sindaco Gallo, anche a nome dei suoi colleghi, ha sottolineato l’importanza della visita del sottosegretario ed ha auspicato l’arrivo dei finanziamenti per il ripristino dei danni e la messa in sicurezza del territorio. Poi è ripartito con l’intenzione di valutare l’emergenza dall’alto, in elicottero, e per avere un quadro complessivo dei danni in altri comuni.