Bandi G.A.L. Savuto

 

Il GRUPPO DI AZIONE LOCALE SAVUTO avvia la sua attività al servizio dello sviluppo economico dell’area con la pubblicazione in data 09 Agosto dei primi 3 Bandi Pubblici per contributi a fondo perduto in favore di imprese agricole e artigianali.

I 3 bandi consentiranno alle imprese artigiane e agricole( nuove e esistenti) del savuto di presentare progetti di investimento fino a € 100.000,00 con un contributo pubblico del 50%. I proponenti hanno 45 giorni di tempo ( fino al 22 settembre) per presentare i progetti e possono contare sulle attività di supporto informativo della struttura tecnica del gal, contattabile nei giorni di martedì e giovedì al num. 0984 969154.

Gli avvisi contenenti le informazioni sui bandi e la relativa documentazione sono scaricabili dal sito www.galsavuto.it

Con questi primi bandi, il gal savuto rende possibile, per la prima volta nella nostra area, l’utilizzo dei fondi leader per lo sviluppo delle aree rurali.

 

PSL  SAVUTO - BANDO DI SELEZIONE N° 1

RAFFORZAMENTO E QUALIFICAZIONE DELLE AZIENDE AGRICOLE DELL’AREA LEADER SAVUTO  

ASSE 1 - MISURA 121 - “AMMODERNAMENTO DELLE AZIENDE AGRICOLE”

PSR CALABRIA 2007-2013 ASSE IV APPROCCIO LEADER

 1. Ente concedente

Il Gruppo di Azione Locale Savuto S.c. a r. l.(con sede legale in Mangone - via Nazionale e Sede operativa in S. Stefano di Rogliano (CS), località Vallegiannò c/o la Comunità Montana del Savuto) – Telefono: 0984 969154 E-mail: gal.savuto@libero.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , sito www.galsavuto.it fornisce agli interessati le informazioni sul bando Asse 1 Misura 121.

 2. Oggetto della selezione

Concessione di aiuti alle aziende agricole per la realizzazione di interventi riconducibili ai seguenti ambiti:

-   Valorizzazione delle microfiliere locali;

-   Potenziamento della microfiliera aziendale mediante interventi mirati all’introduzione e al miglioramento delle tecniche di lavorazione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti aziendali con particolare riferimento alla vendita diretta;

-   Valorizzazione delle specificità del territorio;

-   Zootecnia minore: a) sostegno alla valorizzazione delle produzioni ovicaprine; b) interventi a servizio della filiera del suino locale, mediante azioni finalizzate a favorire i processi di qualità nelle produzioni DOP.

Gli interventi sono mirati a favorire l’accrescimento competitivo delle aziende del comparto agricolo operanti nell’area del Savuto, ottenuto mediante l’incremento del valore aggiunto dei prodotti del comparto e l’innalzamento del livello qualitativo delle produzioni, il tutto nell’ottica di una maggiore sostenibilità economica e ambientale. Nello specifico le azioni dovranno tendere a valorizzare le produzioni, ad introdurre e a i migliorare i processi produttivi ed i sistemi di vendita dei prodotti, a migliorare la qualità delle produzioni e ad aumentare il contenuto dei servizi al consumatore (es. nei prodotti IV gamma), anche attraverso l’introduzione di innovazioni tecnologiche nel packaging e nel controllo dei parametri qualitativi delle produzioni aziendali.

Non sono ammissibili a contributo interventi riferiti alle macrofiliere ed alle filiere oggetto di PIF. Fanno eccezione gli interventi che si propongono come innovativi, di alta qualità riconducibili alla microfiliera aziendale. Fanno ulteriore eccezione gli interventi che si configurano come sinergici ed “a completamento” di quanto previsto nei PIF. L’attuale disponibilità finanziaria del GAL Savuto per la realizzazione degli interventi previsti dal presente bando ammonta complessivamente ad euro 340.000,00 di cui euro 170.000,00 di contributo pubblico. La percentuale massima di contributo pubblico, erogabile in conto capitale, non può in ogni caso superare il 50% dell’intero importo progettuale ammissibile. L’entità del contributo pubblico concedibile, pena l’esclusione dell’iniziativa, deve essere compreso tra un massimo di euro 45.000,00 ed un minimo di euro 20.000,00 (euro 10.000,00 per i soli impianti di frutta in guscio).  Le categorie di spesa oggetto di agevolazione si riferiscono ad investimenti materiali ed immateriali dettagliatamente specificati all’interno del Capitolato delle disposizioni attuative e procedurali.

 3. Soggetti Beneficiari e requisiti di ammissibilità

Possono presentare domanda di aiuto Imprenditori agricoli singoli o associati sotto qualsiasi forma, anche per la realizzazione di investimenti collettivi. 

I progetti oggetto della domanda di finanziamento dovranno essere realizzati in uno dei 20 comuni dell’Area Leader Savuto e specificatamente: Altilia, Aprigliano, Belsito, Bianchi, Carolei, Carpanzano, Colosimi, Dipignano, Figline Vegliaturo, Grimaldi, Malito, Mangone, Marzi, Panettieri, Parenti, Paterno Calabro, Pedivigliano, Rogliano, Santo Stefano di Rogliano, Scigliano.

Si precisa inoltre che alla data di presentazione della domanda di agevolazione, pena l’inammissibilità della stessa, le imprese devono possedere i seguenti requisiti:

-  essere regolarmente iscritte nel registro delle imprese al settore agricolo e non avere in corso procedure fallimentari o concorsuali (per le imprese esistenti);

-  essere in possesso di idoneo titolo di studio o di comprovata esperienza nei termini indicati dal requisito di professionalità previsto dal PSR Calabria;

-  avere la piena disponibilità degli immobili dell’unità locale ove viene realizzato il progetto, rilevabile da idonei titoli di possesso;

-  essere in possesso del certificato di agibilità dei locali per la specifica destinazione d’uso e dell’autorizzazione sanitaria all’attività in oggetto;

-  essere in regola con i versamenti contributivi previdenziali e assistenziali;

-  di non avere contenziosi o carichi pendenti in relazione ad altre opere cofinanziate con programmazioni a partire dall’anno 2000;

-  di non aver usufruito e di non usufruire di altri sostegni finanziari per il progetto di cui si richiede il finanziamento con il presente bando.

Inoltre ai fini dell’ammissibilità, la domanda di aiuto dovrà essere presentata nei termini indicati nei successivi punti e corredata di tutta la documentazione richiesta nel Capitolato delle disposizioni attuative e procedurali.

 4. Tempi di esecuzione

La realizzazione del progetto ammesso a finanziamento, pena in caso di inosservanza la declaratoria di decadenza del contributo, dovrà essere avviata entro 30 giorni dalla stipula della convenzione e dovrà essere completata entro 60 giorni, ad eccezione degli interventi relativi a nuovi impianti vincolati a determinati periodi dell’anno per i quali i termini saranno stabiliti dalla convenzione. 

 5. Informazioni e capitolato delle disposizioni attuative e procedurali

Tutte le informazioni e gli approfondimenti relativi al presente bando possono essere acquisiti nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,00 alle 17,30, presso la sede del GAL Savuto, c/o la Comunità Montana del Savuto in S. Stefano di Rogliano (CS). Si consiglia di concordare un appuntamento tramite e-mail: gal.savuto@libero o tramite telefono 0984 969154. 

Presso la stessa sede sarà possibile ritirare:

a)  l'apposito Capitolato delle disposizioni attuative e procedurali contenente la descrizione analitica dei criteri per l'assegnazione e concessione del contributo nonché l’elenco della documentazione da allegare alla domanda di aiuto;

b)  i Moduli degli allegati indispensabili per la presentazione della domanda di aiuto.

 6. Termini per la presentazione della domanda di aiuto

Le domande volte ad ottenere la concessione degli aiuti, formulate esclusivamente sugli appositi modelli, devono essere prodotte utilizzando la procedura informatica messa a disposizione da ARCEA e disponibile mediante il portale SIAN, previa costituzione del “Fascicolo Aziendale” presso i Centri di Assistenza Agricola (CAA) convenzionati.

Le domande di aiuto, così come restituite dal SIAN, devono essere presentate in forma cartacea, complete della documentazione indicata nel capitolato e di un elenco riepilogativo della stessa, entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del bando, in doppia copia, al Gal Savuto, c/o Comunità Montana Savuto - Località Vallegiannò – 87056 S. Stefano di Rogliano (CS), con la seguente modalità:

-  spedizione della domanda e documentazione allegata in plico chiuso a mezzo di lettera raccomandata A.R., riportante la dicitura “PSR Calabria 2007-2013 – PSL Savuto –Bando n°1 Misura 121” e gli estremi del soggetto richiedente;  per la verifica del rispetto dei termini di presentazione, farà fede il timbro postale di partenza. Il GAL non risponde di eventuali disguidi postali che non consentono l’arrivo della domanda entro 10 giorni dalla scadenza dei termini.

Le domande spedite/pervenute oltre i termini previsti, le domande spedite in data antecedente a quella di pubblicazione del bando di selezione, nonché quelle non compilate nei moduli previsti o mancanti della documentazione richiesta non saranno esaminate ai fini dell’ammissibilità e saranno dichiarate non ricevibili. La domanda ed i relativi allegati dovranno essere sottoscritti dal richiedente in forma autenticata a norma di legge vigente, pena l’irricevibilità della stessa. Le richieste verranno esaminate e valutate dal GAL, secondo i criteri e le modalità riportati nel capitolato.

Verrà stilata una graduatoria e saranno finanziate le iniziative in ordine decrescente di graduatoria fino ad esaurimento delle attuali disponibilità finanziarie

PSL  SAVUTO - BANDO DI SELEZIONE N° 2

RAFFORZAMENTO E QUALIFICAZIONE DEL SETTORE AGROALIMENTARE DELL’AREA LEADER SAVUTO

ASSE 1 - MISURA 123 - “ACCRESCIMENTO DEL VALORE AGGIUNTO DEI PRODOTTI AGRICOLI E FORESTALI”

PSR CALABRIA 2007-2013 ASSE IV APPROCCIO LEADER

 1. Ente concedente

Il Gruppo di Azione Locale Savuto S.c. a r.l. (con sede legale in Mangone - via Nazionale e Sede operativa in S. Stefano di Rogliano (CS), località Vallegiannò c/o la Comunità Montana del Savuto) – Telefono: 0984 969154 E-mail: gal.savuto@libero.it Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , sito www.galsavuto.it fornisce agli interessati le informazioni sul bando Asse 1 Misura 123.

 2. Oggetto della selezione

Concessione di aiuti a piccole imprese esistenti o di nuovo avvio, per la realizzazione di interventi riconducibili ai seguenti settori prioritari:

-  Le lavorazioni/trasformazioni tipiche del territorio come i prodotti sotto olio e le conserve. Particolare attenzione è dedicata alla lavorazione/trasformazione delle specificità del territorio come i funghi, la patata, le piante aromatiche, il fico d’india, i frutti del sottobosco ecc., alle iniziative riferite a  filiere non ancora strutturate con priorità per la frutta in guscio;

-  Per quanto concerne i prodotti forestali, ammissibili solo per le microimprese, il GAL intende sostenere iniziative riguardanti prodotti lavorati o semilavorati, a partire dalle cultivar locali, di impiego strettamente connesso e complementare alle risorse tipiche locali agricole, agroalimentari e dell’artigianato.

Gli interventi afferenti agli ambiti su menzionati dovranno tendere a valorizzare le produzioni, ad introdurre/migliorare i processi di lavorazione e trasformazione ed i sistemi di vendita, a proporre nuovi prodotti, a migliorare la qualità del prodotto trasformato e ad aumentare il contenuto dei servizi al consumatore (es. nei prodotti IV gamma), anche inserendo innovazioni nella processistica, nel packaging e nel controllo dei parametri qualitativi delle lavorazioni dei prodotti  aziendali.  L’attuale disponibilità finanziaria del GAL Savuto per la realizzazione degli interventi previsti dal presente bando ammonta complessivamente ad euro 450.000,00 di cui euro 225.000,00 di contributo pubblico. La percentuale massima di contributo pubblico, erogabile in conto capitale, non può in ogni caso superare il 50% dell’intero importo progettuale ammissibile.

Le categorie di spesa oggetto di agevolazione si riferiscono ad investimenti materiali ed immateriali dettagliatamente specificati all’interno del Capitolato delle disposizioni attuative e procedurali.

 3. Soggetti Beneficiari e requisiti di ammissibilità

Possono presentare domanda le imprese di lavorazione, trasformazione e commercializzazione del settore agro-alimentare e forestale, anche in forma associata, limitatamente a quelle previste nella scheda di misura 5.6.1.2.3. dell’allegato n.10 del PSR Calabria 2007-2013 e nel BURC n. 5 del 04.02.2011.

Si specifica che le aziende produttrici agricole singole ed associate potranno essere beneficiarie qualora la materia prima agricola di provenienza non aziendale sia pari ad almeno i 2/3 della produzione da trasformare. Si specifica inoltre che possono presentare progetti aziende già operanti o di nuova costituzione la cui attività non sia esclusivamente di tipo commerciale ma includa le fasi di lavorazione/trasformazione dei prodotti. Sono ammissibili a finanziamento i progetti presentati da imprese di commercializzazione del settore agroalimentare soltanto se riguardanti forme innovative di vendita dei prodotti dell’area.

I progetti oggetto della domanda di finanziamento dovranno essere realizzati in uno dei 20 comuni dell’Area Leader Savuto e specificatamente: Altilia, Aprigliano,  Belsito, Bianchi, Carolei, Carpanzano, Colosimi, Dipignano, Figline Vegliaturo, Grimaldi, Malito, Mangone, Marzi, Panettieri, Parenti, Paterno Calabro, Pedivigliano, Rogliano, Santo Stefano di Rogliano, Scigliano.

Si precisa inoltre che alla data di presentazione della domanda di agevolazione, pena l’inammissibilità della stessa, le imprese devono possedere i seguenti requisiti:

- essere regolarmente iscritte nel registro delle imprese e non avere in corso procedure fallimentari o concorsuali (per le imprese esistenti);

- avere la piena disponibilità degli immobili dell’unità locale ove viene realizzato il progetto, rilevabile da idonei titoli di possesso;

- essere in possesso del certificato di agibilità dei locali per la specifica destinazione d’uso e dell’autorizzazione sanitaria all’attività in oggetto;

- essere in regola con i versamenti contributivi previdenziali e assistenziali;

- di non avere contenziosi o carichi pendenti in relazione ad altre opere cofinanziate con programmazioni a partire dall’anno 2000;

- di non aver usufruito e di non usufruire di altri sostegni finanziari per il progetto di cui si richiede il finanziamento con il presente bando.

Inoltre ai fini dell’ammissibilità, la domanda di aiuto dovrà essere presentata nei termini indicati nei successivi punti e corredata di tutta la documentazione richiesta nel Capitolato delle disposizioni attuative e procedurali.

 4. Tempi di esecuzione

La realizzazione del progetto ammesso a finanziamento, pena in caso di inosservanza la declaratoria di decadenza del contributo, dovrà essere avviata entro 30 giorni dalla stipula della convenzione e dovrà essere completata entro 60 giorni.

 5. Informazioni e capitolato delle disposizioni attuative e procedurali

Tutte le informazioni e gli approfondimenti relativi al presente bando possono essere acquisiti nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,00 alle 17,30, presso la sede del GAL Savuto, c/o la Comunità Montana del Savuto in S. Stefano di Rogliano (CS). Si consiglia di concordare un appuntamento tramite e-mail: gal.savuto@libero o tramite telefono 0984 969154.

Presso la stessa sede sarà possibile ritirare:

a)  l'apposito Capitolato delle disposizioni attuative e procedurali contenente la descrizione analitica dei criteri per l'assegnazione e concessione del contributo nonché l’elenco della documentazione da allegare alla domanda di aiuto;

b)  i Moduli degli allegati indispensabili per la presentazione della domanda di aiuto.

 6. Termini per la presentazione della domanda di aiuto

Le domande volte ad ottenere la concessione degli aiuti, formulate esclusivamente sugli appositi modelli, devono essere prodotte utilizzando la procedura informatica messa a disposizione da ARCEA e disponibile mediante il portale SIAN, previa costituzione del “Fascicolo Aziendale” presso i Centri di Assistenza Agricola (CAA) convenzionati.

Le domande di aiuto, così come restituite dal SIAN, devono essere presentate in forma cartacea, complete della documentazione indicata nel capitolato e di un elenco riepilogativo della stessa, entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del bando, in doppia copia, al Gal Savuto, c/o Comunità Montana Savuto - Località Vallegiannò – 87056 S. Stefano di Rogliano (CS), con la seguente modalità:

-  spedizione della domanda e documentazione allegata in plico chiuso a mezzo di lettera raccomandata A.R., riportante la dicitura “PSR Calabria 2007-2013 – PSL Savuto –Bando n° 2 Misura 123” e gli estremi del soggetto richiedente;  per la verifica del rispetto dei termini di presentazione, farà fede il timbro postale di partenza. Il GAL non risponde di eventuali disguidi postali che non consentono l’arrivo della domanda entro 10 giorni dalla scadenza dei termini.

Le domande spedite/pervenute oltre i termini previsti, le domande spedite in data antecedente a quella di pubblicazione del bando di selezione, nonché quelle non compilate nei moduli previsti o mancanti della documentazione richiesta non saranno esaminate ai fini dell’ammissibilità e saranno dichiarate non ricevibili. La domanda ed i relativi allegati dovranno essere sottoscritti dal richiedente in forma autenticata a norma di legge vigente, pena l’irricevibilità della stessa. Le richieste verranno esaminate e valutate dal GAL, secondo i criteri e le modalità riportati nel capitolato.

Verrà stilata una graduatoria e saranno finanziate le iniziative in ordine decrescente di graduatoria fino ad esaurimento delle attuali disponibilità finanziarie

PSL  SAVUTO - BANDO DI SELEZIONE N° 3

VALORIZZAZIONE DELL’ARTIGIANATO TIPICO LOCALE

ASSE 3 - MISURA 312 - “SOSTEGNO ALLA CREAZIONE E ALLO SVILUPPO DELLE IMPRESE”

Azione 1: “Sostegno per la creazione e/o sviluppo di microimprese artigiane”

PSR CALABRIA 2007-2013 ASSE IV APPROCCIO LEADER

1. Ente concedente

Il Gruppo di Azione Locale Savuto S.c. a r. l. (con sede legale in Mangone - via Nazionale e Sede operativa in S. Stefano di Rogliano (CS), località Vallegiannò c/o la Comunità Montana del Savuto) – Telefono: 0984 969154 E-mail: gal.savuto@libero.it  , sito www.galsavuto.it, fornisce agli interessati le informazioni sul bando Asse 3 Misura 312.

 2. Oggetto della selezione

Concessione di aiuti alle microimprese artigiane esistenti o di nuovo avvio, per la realizzazione di interventi riconducibili ai seguenti settori prioritari:

-    attività artigianali che utilizzano nel processo di produzione materia prima agricola (come ad esempio i vimini per la produzione di ceste e di sedie) o che producono prodotti artigianali che incorporano le caratteristiche tipiche del territorio (quali quelle della produzione dei prodotti da forno, della ceramica, della lavorazione artigiana del ferro, del legno, della tessitura e del ricamo).

L’attuale disponibilità finanziaria del GAL Savuto per la realizzazione degli interventi previsti dal presente bando ammonta complessivamente ad euro 400.000,00 di cui euro 200.000,00 di contributo pubblico. La percentuale massima di contributo pubblico, erogabile in conto capitale, non può in ogni caso superare il 50% dell’intero importo progettuale ammissibile.

Le categorie di spesa oggetto di agevolazione si riferiscono ad investimenti materiali ed immateriali dettagliatamente specificati all’interno del Capitolato delle disposizioni attuative e procedurali.

 3. Soggetti Beneficiari e requisiti di ammissibilità

Possono presentare domanda di aiuto le microimprese (così come definite dalla raccomandazione 2003/361/CE) artigiane esistenti o di nuovo avvio.

I progetti oggetto della domanda di finanziamento dovranno essere realizzati in uno dei 20 comuni dell’Area Leader Savuto e specificatamente: Altilia, Aprigliano,  Belsito, Bianchi, Carolei, Carpanzano, Colosimi, Dipignano, Figline Vegliaturo, Grimaldi, Malito, Mangone, Marzi, Panettieri, Parenti, Paterno Calabro, Pedivigliano, Rogliano, Santo Stefano di Rogliano, Scigliano.

Alla data di presentazione della domanda di agevolazione, a pena di inammissibilità, le imprese devono possedere i seguenti requisiti:

- essere regolarmente iscritte nel registro delle imprese sezione artigianato e non avere in corso procedure fallimentari o concorsuali (per le imprese esistenti);

- avere la piena disponibilità degli immobili dell’unità locale ove viene realizzato il progetto, rilevabile da idonei titoli di possesso;

- essere in possesso del certificato di agibilità dei locali per la specifica destinazione d’uso all’attività in oggetto;

- essere in regola con i versamenti contributivi previdenziali e assistenziali;

- di non avere contenziosi o carichi pendenti in relazione ad altre opere cofinanziate con programmazioni a partire dall’anno 2000;

- di non aver usufruito e di non usufruire di altri sostegni finanziari per il progetto di cui si richiede il finanziamento con il presente bando.

Inoltre ai fini dell’ammissibilità, la domanda di aiuto dovrà essere presentata nei termini indicati nei successivi punti e corredata di tutta la documentazione richiesta nel Capitolato delle disposizioni attuative e procedurali.

 4. Tempi di esecuzione

La realizzazione del progetto ammesso a finanziamento, pena in caso di inosservanza la declaratoria di decadenza del contributo, dovrà essere avviata entro 30 giorni dalla stipula della convenzione e dovrà essere completata entro 60 giorni.

 5. Informazioni e capitolato delle disposizioni attuative e procedurali

Tutte le informazioni e gli approfondimenti relativi al presente bando possono essere acquisiti nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e dalle ore 15,00 alle 17,30, presso la sede del GAL Savuto, c/o la Comunità Montana del Savuto in S. Stefano di Rogliano (CS). Si consiglia di concordare un appuntamento tramite e-mail: gal.savuto@libero o tramite telefono 0984 969154.

Presso la stessa sede sarà possibile ritirare:

a)  l'apposito Capitolato delle disposizioni attuative e procedurali contenente la descrizione analitica dei criteri per l'assegnazione e concessione del contributo nonché l’elenco della documentazione da allegare alla domanda di aiuto;

b) i Moduli degli allegati indispensabili per la presentazione della domanda di aiuto.

 6. Termini per la presentazione della domanda di aiuto

Le domande volte ad ottenere la concessione degli aiuti, formulate esclusivamente sugli appositi modelli, devono essere prodotte utilizzando la procedura informatica messa a disposizione da ARCEA e disponibile mediante il portale SIAN, previa costituzione del “Fascicolo Aziendale” presso i Centri di Assistenza Agricola (CAA) convenzionati .

Le domande di aiuto, così come restituite dal SIAN, devono essere presentate in forma cartacea, complete della documentazione indicata nel capitolato e di un elenco riepilogativo della stessa, entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del bando, in doppia copia, al Gal Savuto, c/o Comunità Montana Savuto - Località Vallegiannò – 87056 S. Stefano di Rogliano (CS), con la seguente modalità:

-   spedizione della domanda e documentazione allegata in plico chiuso a mezzo di lettera raccomandata A.R., riportante la dicitura “PSR Calabria 2007-2013 – PSL Savuto – Bando n°3 Misura 312” e gli estremi del soggetto richiedente;  per la verifica del rispetto dei termini di presentazione, farà fede il timbro postale di partenza. Il GAL non risponde di eventuali disguidi postali che non consentono l’arrivo della domanda entro 10 giorni dalla scadenza dei termini.

Le domande spedite/pervenute oltre i termini previsti, le domande spedite in data antecedente a quella di pubblicazione del bando di selezione, nonché quelle non compilate nei moduli previsti o mancanti della documentazione richiesta non saranno esaminate ai fini dell’ammissibilità e saranno dichiarate non ricevibili. La domanda ed i relativi allegati dovranno essere sottoscritti dal richiedente in forma autenticata a norma di legge vigente, pena l’irricevibilità della stessa.

Le richieste verranno esaminate e valutate dal GAL, secondo i criteri e le modalità riportati nel capitolato.

Verrà stilata una graduatoria e saranno finanziate le iniziative in ordine decrescente di graduatoria fino ad esaurimento delle attuali disponibilità finanziarie.