COMUNE DI ROGLIANO
PIT 10 SAVUTO

 

POR CALABRIA 2000-2006

MISURA 5.1 – SVILUPPO E VALORIZZAZIONE DELLE AREE URBANE

Azione 5.1.c – RETI DI PICCOLI COMUNI

 

SCHEDA DI SINTESI BANDO PUBBLICO

 

OBIETTIVI: Riqualificazione e recupero del tessuto urbanistico ed edilizio dei centri storici dei piccoli comuni, nonché la concessione di aiuti alle imprese ivi localizzate per: il miglioramento, adeguamento e potenziamento dei servizi sociali urbani; il sostegno alla creazione ed all’offerta di servizi per la cultura ed il tempo libero; la riqualificazione delle funzioni commerciali, artigianali e turistiche.

FORMA ED INTENSITA’ DEGLI AIUTI: Per la realizzazione delle iniziative previste nel bando i soggetti destinatari potranno beneficiare di agevolazioni nella forma di sovvenzione diretta a titolo di contributo in conto capitale nella misura massima del 70% della spesa riconosciuta ammissibile. L’aiuto sarà concesso ai sensi del regime de minimis di cui al Regolamento (CE) n. 69/2001, di conseguenza l’ammontare massimo di aiuto concedibile non potrà eccedere il massimale di 100.000 euro.

REGUISITI DEI SOGGETTI DESTINATARI: Possono presentare domanda le imprese di nuova costituzione e le imprese esistenti, in forma singola o associata, che alla data di presentazione della domanda posseggano i seguenti requisiti: micro e piccole imprese comprese le ditte individuali e le imprese artigiane, sede operativa nel centro storico come perimetrato degli strumenti urbanistici del Comune.

TIPOLOGIE DI ATTIVITA’ AMMISSIBILI:

A. SERVIZI ALLA VITA QUOTIDIANA E PER MIGLIORARE LA QUALITA’ DELLA VITA. ASSISTENZA SOCIALE RESIDENZIALE: assistenza sociale continua a favore dell’infanzia, delle donne, degli anziani, attività di ricovero, centri di orientamento, servizi di prevenzione all’uso di droghe, servizi ricreativi, centri di aggregazione, ludoteche, baby parking, asili nido, doposcuola, servizi di assistenza sanitaria per minori, anziani e portatori di handicap.

ASSISTENZA SOCIALE NON RESIDENZIALE: attività di assistenza sociale, di consulenza e di tutela sociale.

D. SERVIZI TURISTICI

Attività delle agenzie di viaggio  e degli operatori turistici, attività connesse alle telecomunicazioni, noleggio di mezzi di trasporto, realizzazioni di software e consulenza software, altre attività connesse all’informatica, pubblicità, ristoranti, altre attività ricreative

E. PICCOLA RICETTIVITA’ TURISTICA

Ostelli della gioventù, affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence.

F. SERVIZI CULTURALI E DEL TEMPO LIBERO

Produzioni cinematografiche e di video, gestione di sale di proiezione cinematografiche, creazioni artistiche e letterarie limitatamente alle iniziative operanti nel restauro finalizzato alla conservazione di opere d’arte, gestione di teatri, sale da concerto e altre sale di spettacolo e attività connesse, attività di biblioteche e archivi, gestione di musei e del patrimonio culturale, gestione degli orti botanici, dei parchi naturali e del patrimonio naturale.

SPESE AMMISSIBILI:

Sono ammissibili al finanziamento soltanto le spese , al netto di IVA, sostenute a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda di agevolazione. L’ammontare minimo del programma di spesa, pena l’esclusione dell’iniziativa, non può essere inferiore a € 20.000,00.

Sono ammissibili spese relative all’acquisto di immobilizzazioni materiali ed immateriali nonché spese relative a consulenze specialistiche destinate all’aumento della produttività, al trasferimento di nuove tecnologie, alla ricerca di nuovi mercati, allo sviluppo di sistemi di qualità.

Tali spese includono le seguenti macrovoci:

A. Progettazione e studi.

L’intero capitolo di spesa di cui alla voce A non può eccede il 5% dell’investimento complessivo.

B. Fabbricati, opere murarie ed assimilati

Tale voce comprende esclusivamente: l’acquisto di un immobile esistente; il restauro, la ristrutturazione e la riqualificazione di immobili; l’acquisto e l’istallazione di impianti; opere di allacciamento alle reti esterne, realizzazione di accessi, piazzali, recinzioni.

Non sono ammissibili programmi di investimento che prevedono la costruzione di nuovi fabbricati.

C. Impianti, macchinari ed attrezzature

Rientrano in tale voce di spesa l’acquisto di macchinari, impianti di produzione ed attrezzature varie nuovi di fabbrica. Sono escluse dalle agevolazioni le spese relative all’acquisto di mezzi di trasporto targati per merci e/o persone e, comunque, di ogni bene mobile soggetto all’iscrizione in appositi registri, fatta eccezione per i mezzi di trasporto collettivi finalizzati alla fornitura di servizi turistici e a carattere sociale culturale.

D. Immobilizzazioni immateriali

Brevetti, licenze conoscenze tecniche non brevettate e programmi informatici. L’ammontare massimo riconoscibile per l’intero capitolo di cui alla voce D non può eccedere il 20% dell’investimento complessivo ammissibile.

E. Servizi reali

Consulenze specialistiche per il trasferimento di nuove tecnologie progettuali e organizzative, per il marketing e la comunicazione per servizi forniti in base ad appositi contratti Sono esclusi i servizi continuativi o periodici connesse alle normali spese di funzionamento. L’ammontare massimo riconoscibile per l’intero capitolo di cui alla voce E non può superare il 25% dell’investimento complessivo ammissibile.

DOCUMENTAZIONE DA PRESENTARE:

  1. Domanda di agevolazione (Allegato 1)
  2. Formulario di progetto (Allegato 2)
  3. Documentazione amministrativa
  4. Documentazione tecnica. Tra da documentazione tecnica occorre una perizia giurata dettagliata e descrittiva dell’immobile nel quale sarà localizzata l’iniziativa, completa di tutte le indicazioni ed attestante catastali ed attestante che la destinazione d’uso dell’immobile è coerente con l’iniziativa prevista e che l’immobile è conforme alla normativa vigente (Allegato C). Dichiarazione del proprietario dell’immobile (Allegato D).

TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE:

La documentazione deve pervenire agli uffici del Dipartimento “urbanistica e Governo del Territorio” della Regione Calabria entro e non oltre 45 giorni dalla pubblicazione del bando sul BUR Calabria ovvero entro il 16 ottobre 2006.

VALUTAZIONE DI MERITO:

Le proposte in possesso dei requisiti formali saranno valutate in base a criteri e priorità generali (punteggio max 140) e criteri specifici previsti dal PIT 10 SAVUTO (punteggio massimo 60).

DISPONIBILITA FINANZIARIA: € 1.029.500,00

 

PER TUTTE LE SPECIFICHE DELLE INFORMAZIONI RIPORTARE E PER ULTERIORI APPROFONDIMENTI SI RINVIA AL TESTO COMPLETO DEL BANDO PUBBLICO PUBBLICATO SUL B.U.R. CALABRIA – Parte III – n. 35 del 01/09/2006

 Documentazione utile per partecipare al bando:

Bando

Allegato 1 - Domanda

Allegato 2 - Formulario

Allegato C - Perizia giurata

Allegato D - Dichiarazione del proprietario dell'immobile

 

SPORTELLO INFORMATIVO PRESSO IL COMUNE DI ROGLIANO

 

Il Consigliere Comunale
con delega ai programmi comunitari
Francesco Minardi