LAGO SAVUTO

Il lago Savuto si trova a pochi km da Saliano, vicino al borgo di Poverella,  è stato costruito tra il 1921 e il 1923, e benché non sia molto grande ha ridotto notevolmente la portata originaria delle acque del fiume Savuto dal momento che, una volta invasate, vengono pompate verso il lago Ampollino e quindi, dopo essere sfruttate dalle centrali idroelettriche,vengono scaricate nel mar Jonio. La centrale, costruita nel 1939 su progetto dell'architetto Giovanni Muzio, con l’avvio del processo di liberalizzazione del settore elettrico è stata ceduta dall’Enel, dopo la cosiddetta "asta silana", al gruppo spagnolo Endesa. Il nucleo idroelettrico Calabria dell'Endesa raggruppa, oltre alla centrale sul fiume Savuto, anche l'insieme delle centrali poste lungo i fiumi Neto, Passante, Vasi, Crocchio e Ancinale (vedi sezione elettrificazione in Sila).
Nell'area della centrale Savuto è presente un complesso abitativo, oramai in stato di abbandono, fino a qualche anno fa utilizzato per i soggiorni estivi dei dipendenti ENEL.

FOTOGRAFIE OTTOBRE 2004


diga

costruzioni villaggio ENEL

condotta di pompaggio
 verso il lago Ampollino
FOTOGRAFIE FEBBRAIO 2005
Lago Savuto ghiacciato

Centrale innevata

Lago del Passante

Il lago del Passante si trova sulla strada
che da Catanzaro arriva in Sila